Svolta nell'energia solare: nuovo record di efficienza per le celle flessibili

Un nuovo traguardo è stato raggiunto nel campo dell'energia solare grazie ai ricercatori dell'Università di Tsinghua, in Cina, che hanno sviluppato un innovativo processo di fabbricazione per le celle fotovoltaiche flessibili in perovskite. Con un'efficienza di conversione del 25,09%, queste celle possono essere piegate o torcite senza compromettere la loro prestazione, stabilendo un nuovo record di efficienza.

Il lavoro pionieristico del professor Chenyi Yi e del suo team del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ha portato a un'importante svolta nel settore, garantendo risultati affidabili e aumentando la scalabilità produttiva di queste tecnologie innovative.

Le celle solari flessibili in perovskite offrono una vasta gamma di applicazioni nel campo della mobilità, compresi i veicoli aerospaziali, e nell'elettronica indossabile. Tuttavia, rispetto alle versioni rigide, queste celle hanno finora mostrato una minore efficienza di conversione della luce in elettricità. Questo è dovuto alle caratteristiche morbide e disomogenee del materiale di base, costituito da polietilene tereftalato (PET), su cui sono costruite le pellicole di perovskite. Inoltre, la durata delle celle solari flessibili è stata compromessa dalla possibile infiltrazione di acqua e ossigeno attraverso i pori del substrato, causando il deterioramento della perovskite.

Tuttavia, il team di ricerca di Tsinghua sembra aver risolto entrambi i problemi. In collaborazione con i colleghi del Centro Nazionale per le Nanoscienze e la Tecnologia di Pechino, hanno sviluppato una nuova tecnica di fabbricazione basata sulla deposizione con bagno chimico (CBD) per applicare lo strato di ossido di stagno, necessario per il trasporto degli elettroni, su un substrato flessibile senza l'uso di acidi forti. Questo approccio ha permesso un maggiore controllo sulla crescita uniforme e densa dello strato di ossido.

Il nuovo processo non solo ha migliorato l'efficienza delle celle solari, ma ha anche aumentato la stabilità della perovskite, garantendo una maggiore durata delle celle stesse. Il risultato è straordinario: un'efficienza di conversione del 25,09%, certificata al 24,90%, e la capacità di mantenere il 90% della sua efficienza iniziale anche dopo essere stata piegata 10.000 volte.



mar 29, 2024

Seguici su Facebook